Partite Iva: nuovi vincoli e limiti alla flat tax. Cosa cambia (in peggio) per gli autonomi

124

Quest’anno, per effetto delle modifiche alla flat tax degli autonomi contenute nella manovra di bilancio, 10 mila lavoratori neo iscritti al regime forfetario dovranno rinunciare all’attività autonoma. Si tratta di tutti coloro che hanno aperto la partita Iva nel 2019, ma che avevano contemporaneamente un reddito da lavoro dipendente o assimilato. La legge di bilancio per il 2020 prevede, infatti, l’introduzione di nuovi requisiti di accesso al regime forfetario, da possedere l’anno precedente all’applicazione del regime; tra questi, il non aver percepito redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli dì lavoro dipendente, eccedenti l’importo di 30 mila euro. Tale condizione sembra, in particolare, svantaggiare i titolati di partita Iva con un’età compresa tra i 51 e i 65 anni (4.084 abbandoni) e i pensionati over 65 (3.527). A fornire questi dati è uno studio dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro.

Leggi tutto l’articolo