ATTIVAZIONE FORME DI SOSTEGNO AI PROFESSIONISTI A SEGUITO DELL’EMERGENZA SANITARIA DOVUTA ALLA DIFFUSIONE DEL COVID-19 (CORONAVIRUS)

247

Al fine di sostenere i professionisti in un momento di grande contrazione del mercato del lavoro dovuta all’emergenza sanitaria causata dal Codiv-19 (Coronavirus), con conseguente riduzione delle attività professionali ed economiche in tutto il sistema Paese, si invocano misure urgenti che possano aiutare i liberi professionisti a superare la crisi in atto che sta mettendo in ginocchio interi settori produttivi della società con grave danno in termini economici.

A tal fine si chiedono agli enti e ai parlamentari in indirizzo di volersi attivare ciascuno per le proprie competenze per sostenere il sistema economico con le seguenti misure urgenti:

-attivare misure integrative di sostegno del reddito dei liberi professionisti e dei lavoratori autonomi per evitare la chiusura degli studi professionali con conseguenti ricadute sulle famiglie e sul sistema produttivo, fiscale e contributivo;

-sospendere le rate in scadenza dei contributi previdenziali INARCASSA ( Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti) e cancellare le sanzioni per chi non è riuscito a pagare le contribuzioni nei termini dovuti;

-ridurre la pressione contributiva per tutti i professionisti e lavoratori autonomi iscritti nella Gestione Separata INPS;

-disporre una proroga automatica di almeno un anno per tutti i titoli edilizi (P.d.C. – S.C.I.A. – C.I.L.A. – Convenzioni Urbanistiche – Autorizzazioni) ed altri titoli comunque denominati;

-ridurre la pressione burocratica per alleggerire i processi autorizzativi e velocizzare le pratiche di sostegno ai settori economici in crisi.

Per quanto sopra, riteniamo che sia necessario attivare misure urgenti di sostegno a favore dei liberi professionisti e dei lavoratori autonomi, privi di certezza lavorativa e per questo, categorie con forti criticità dovute ad un sistema economico debole ed in contrazioni, aggravato dall’emergenza sanitaria.

Nella speranza che la richiesta di aiuto possa essere accolta e sostenuta nelle sedi opportune, si porgono distinti saluti.

Il Presidente dell’Ordine degli Architetti PPC

Arch. Giuseppe Macrì

Allegati:

04 comunicazione sostegno attività professionale effetto coronavirus